Azienda Agricola Lycò

Pomodori, Ortive, Villa Literno , Caserta

Lycò Passione per la terra

L’azienda nasce nel 2015 dalla passione per la terra di un Agronomo Francesca Masci, che ha deciso di mettersi in gioco, sfruttando l’esperienza maturata nel campo della consulenza tecnica.

Situata nel comune di Villa Literno, nell’agro aversano, nel cuore della ridente e fertile pianura di Terra di Lavoro, identificata nel passato, anche come Campania Felix, per l’abbondanza dei frutti della terra, grazie alla fertilità del suolo dovuta alla presenza del fiume Volturno, l’azienda, è specializzata nella produzione di pomodoro e pomodorino da industria (Lycopersicon Esculentum) da qui il nome dell’azienda: LYCO’

La superficie aziendale è di 20 ettari. L’azienda attua, su tutta la superficie aziendale, la produzione integrata volontaria, tecnica di produzione a basso impatto ambientale che consente di limitare i danni derivanti dai parassiti delle piante utilizzando tutti i metodi e le tecniche disponibili nel rispetto dell’ambiente e della salute dell’uomo, la cui tutela assume un ruolo centrale nella mission aziendale.

LA NOSTRA MISSION

° Produrre e commercializzare di prodotti con elevati standard diq ualità

° Garantire che la merce commercializzata rispetti tutte le caratteristiche, organolettiche e di mercato, richieste dalle maggiori catene di distribuzione moderna, sia nazionali che europee.

Seguire norme di comportamento aziendali tali da ridurre al minimo l’impatto delle produzioni sull’ ambiente, nell’ottica di preservarlo per le generazioni future

Qualità eccellenza e sicurezza sono parole chiave che rendono unici i nostri prodotti

Il pomodoro

Il pomodoro da industria viene storicamente coltivato nel territorio di Villa Literno, riveste da sempre un ruolo economico e sociale di primaria importanza. Le particolari condizioni pedo-climatiche garantiscono al nostro prodotto caratteristiche organolettiche che lo rendono un unicum nel suo genere.

Ricco di molte proprietà benefiche, il pomodoro è un concentrato di antiossidanti è ricco di acqua e fornisce poche calorie. Il caratteristico colore rosso è legato alla presenza del licopene, un carotenoide presente principalmente nella buccia e nella parte più esterna della polpa.

Nonostante il pomodoro sia originario dell’ America del Sud (Cile ed Ecuador),tuttavia è un ingrediente base della dieta mediterranea e rappresenta un elemento identitario della cucina meridionale.

Splendore e vanto di Napoli e di tutto il meridione, il suo sposalizio con la pizza napoletana ne ha sancito il successo planetario.

Parte di questo successo è dovuto al fatto che il suo utilizzo è facile e quotidiano. Oggi costituisce un ingrediente “unico”, indispensabile nella cucina di molti Paesi, dove è riuscito a rivoluzionare, spesso in modo radicale, le precedenti abitudini alimentari.

Lo scrittore napoletano Luciano De Crescenzo, celebra la comparsa del pomodoro affermando: “La scoperta del pomodoro ha rappresentato, nella storia dell’alimentazione, quello che, per lo sviluppo della coscienza sociale, è stata la rivoluzione francese”.

La tecnica di coltivazione del pomodoro

Il ciclo colturale comincia con il trapianto delle piantine che inizia intorno alla terza decade di Marzo e prosegue per tutto il mese di Aprile, raramente fino alla prima decade di Maggio. I sesti di impianto generalmente oscillano tra 28.000 e 32.000 piante per Ha con superficie utile pari a 30 – 35 cm2 per pianta. Soprattutto per i trapianti precoci, è consuetudine effettuare una o al massimo due lavorazioni interfilari del terreno successive al trapianto, durante le quali si apportano gli input nutrizionali poi, a partire dal mese di maggio, avviene il posizionamento delle ali gocciolanti che consentiranno l’irrigazione e la distribuzione degli input nutrizionali localizzati. Il frazionamento degli input nutrizionali, sia per la fornitura della concimazione di base iniziale sia per la possibilità di effettuare la fertirrigazione, riduce moltissimo la lisciviazione degli elementi nutritivi, in particolare dell’azoto, e consente alle piante una completa disponibilità degli elementi necessari durante tutto il ciclo produttivo.

Le fasi di crescita della vegetazione seguono un ritmo a velocità crescente fino alla fase di piena fioritura che generalmente si verifica tra la fine di maggio ed inizio giugno (per i trapianti precoci) dopodichè segue la fase dell’allegagione ed ingrossamento dei frutti che interesserà la pianta fino alla piena maturazione che generalmente avviene a partire dall’ultima decade di Luglio.

Il controllo delle problematiche fitosanitarie, ossia la lotta sia ai parassiti animali sia alle crittogame, è fondamentale per garantire una resa soddisfacente ed una adeguata qualità finale oltre che la sostenibilità dell’intero processo. L’azienda attua un sistema di produzione integrato volontario aderisce infatti alle misura 10.1 del PSR Campania 2014-2020, applicando i disciplinari di produzione integrata su tutta la superficie sotto impegno

Di seguito si elencano le principali crittogame oggetto di monitoraggio:

  • Peronospora, malattia provocata dall’agente Phytophthora infestans;

  • Alternaria, malattia provocata dall’agente Alternaria alternata;

  • Batteriosi e septoriosi provocate rispettivamente da Pseudomonsa syringae pv. Tomato e Septoria lycopersici.

La previsione di attacco della produzione da parte di tali crittogame è legata sia al monitoraggio di campo per verificare eventuali focolai di incubazione da cui potrebbero partire infestazioni compromettenti per l’intera coltura, sia all’interpretazione dei dati meteo verificatesi nei giorni antecedenti, attraverso modelli costruiti per ciascun agente patogeno in particolare i dati necessari sono: mm di pioggia, umidità relativa, ore di bagnatura fogliare, temperature minima e massima.

Allo stesso modo si elencano i principali parassiti (insetti ed acari) oggetto di monitoraggio:

  • Helicoverpa armigera, denominata Nottua gialla del pomodoro, la cui presenza è rilevata attraverso le trappole a ferormone che consentono la costruzione di curve di volo, cioè la descrizione dell’evoluzione del ciclo vitale della popolazione con identificazione del momento giusto per l’esecuzione dei trattamenti;

  • Tuta absoluta, denominata Tignola del pomodoro, la cui presenza è rilevata attraverso le trappole a ferormone che consentono la costruzione di curve di volo, cioè la descrizione dell’evoluzione del ciclo vitale della popolazione con identificazione del momento giusto per l’esecuzione dei trattamenti;

  • Tetranicus urticae, denominato Ragnetto rosso, rilevato attraverso il monitoraggio di campo e la valutazione dell’andamento meteorico stagionale per rilevare le eventuali condizioni particolarmente favorevoli alla sua diffusione;

  • Afidi, tripidi ed aleurodidi, rilevati attraverso il monitoraggio di campo e la valutazione dell’andamento meteorico stagionale per rilevare eventuali condizioni particolarmente favorevoli alla loro diffusione.

La previsione di attacco di ciascuno dei parassiti su citati, effettuata con l’ausilio di dati o modelli, non può prescidere dall’indagine di campo in cui si valuta la presenza di organi attaccati, soprattutto nel caso di interventi mirati al controllo dei lepidotteri (primi due insetti elencati) è importantissimo riscontrare eventuali bacche bacate o foglie con presenza di danni (mine fogliari nel caso della Tignola del pomodoro).

L’azienda è particolarmente attenta all’analisi completa di tutti i fattori biotici ed abiotici interagenti con la coltura modulando la somministrazione di imput e proponendosi di raggiungere un equilibrio che sia economicamente vantaggioso e rispettoso dell’uomo e dell’ambiente. La stessa acqua di irrigazione viene somministrata in modo piu’ attento ai reali volumi occorrenti onde evitare sprechi energetici e perdite di nutrienti nell’orizzonte pedologico piu’ profondo, non esplorabile dagli apparati radicali delle piantine.

SITO WEB AZIENDALE

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Questa funzione per l' utilizzo dei cookies blocca in automatico iframe, embed e script in articoli, pagine e widget. Puoi navigare liberamente con i cookies disabilitati. La mancata accettazione puo' comportare il malfunzionamento e/o visualizzazione alterate del sito. Per maggiori chiarimenti su come disabilitare alcuni di essi leggi Politica di privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi